noolyta's world

the secret everyday life of a struggling independent director

Archivi delle etichette: blog

Buon Natale e buone feste a tutti!


Ehilà,

ma guarda chi scrive ancora dopo un milione di mesi di silenzio!
Lo so, lo so, il mondo si è fermato in mia assenza, ne sono consapevole! Comunque ora sono tornata e mi impegno a tenere aggiornato questo blog con più costanza, è qualcosa che non avevo ancora detto, giusto?
Un po’ di cose sono successe nell’ultimo anno che non mi hanno fatto aggiornare nè il sito nè i miei progetti ma spero che tutto prenderà direzioni diverse molto presto.

Nelle prossime settimane scriverò sicuramente di più e incorporerò anche qualche post extra cinematografico, spero qualcosa di interessante comunque.

Devo ammettere che mi è mancato l’interagire con voi, mi sono mancati i vostri commenti ed i vostri messaggi e spero che potremo riprendere presto a scambiarci opinioni e a poter riprendere qualche discussione, me ne ricordo alcune davvero interessanti che non avrei neanche cominciato se non fosse stato per voi!

Per ora quindi ne approfitto per fare a tutti voi i miei migliori auguri di buon Natale e di buone feste.
A risentirci prestissimo con un nuovo piglio ed una nuova voglia di condividere un po’ dei miei pensieri e di quello che mi succede con voi!

vintage Xmas card palazzo

Ciao!

Annunci

Parola d’ordine per il 2011: ordine!


AAA Consigli per la scrittura cercasi.

Come da tendenza del periodo il primo post dell’anno mi sembra che, leggiucchiando qua e là, si debba dedicare ai buoni propositi.
Ho spesso cercato di evitare di entrare in questo tunnel che ogni volta non fa che riservarmi fallimenti e dimenticanze ma la connotazione vagamente tendente all’entropia che il mio stato ha cominciato preoccupantemente ad assumere negli ultimi mesi mi ha costretta a cercare quantomeno di mettere un po’ d’ordine nei vari progetti e scadenze.

Inutile dire che il numero di liste delle cose da fare per questo 2011 è, come sempre, inversamente proporzionale a quanto riuscirò effettivamente a realizzare ma intanto, complice lo slancio iniziale (che di solito si esaurisce mediamente entro la fine di gennaio) e le solite frasi del tipo “Ah, quest’anno faccio sul serio” “Stavolta lo finisco” “Adesso me lo segno così non me lo dimentico” e così via, mi sono data a quello che è il mio sport preferito, ovvero la compilazione ossessivo-compulsiva di liste e tabelle.
Ormai sono arrivata ad un livello tale per cui i miei file excel sono catalogati per categoria, per priorità, per scadenza…praticamente impiego più tempo a fare tabelle e grafici che a completare le azioni di suddetti elenchi.
Inutile dire che, orgogliosamente sopraffatta dalla mia inconcludenza,in passato ho anche provato con 12 mesi “no liste”.
Ovviamente il risultato non è cambiato (ma dai?), quindi perchè non ritornare alle solite, care, confortanti, improduttive abitudini? Almeno possiamo avere l’illusione di stare facendo qualcosa di utile.

Quindi, bando alle chiacchiere, veniamo al dunque.
Il proposito principe e fino ad ora più difficile da realizzare è solo uno: scrivere!
E’ possibile riuscire a farlo con continuità e a non rimandare oltre la montagna di appunti, bozze, annotazioni e scritti vari che si accumulano senza rigor di logica in ogni angolo?
Come fare ad accendere il computer e mettersi a lavorare invece di continuare a navigare in internet e ripetersi “Controllo solo la posta e poi lavoro”?

Premettendo che secondo me i consigli per scrivere dovrebbero essere trattati in apposite rubriche ed elargiti almeno con la stessa facilità con cui si danno consigli per chi è a dieta e per chi vuole smettere di fumare (ne ho letti e provati davvero di incredibili), una delle uniche cose che ho provato ad impormi è stata quella di costringermi a scrivere tutti i giorni, magari anche poche righe ma sempre. Poi quando sono arrivata a considerare il rinominare file e salvarli con nome un’operazione di scrittura ho capito che forse la cosa non stava funzionando granchè.

Visto quindi che sono sicura che ci sono tante altre menti disordinate là fuori che come me cercano di trovare un vago equilibrio tra quelle dimensioni parallele che dovrebbero invece interagire armoniosamente, chiunque abbia foglietti con appunti vari sparsi ovunque, oppure almeno una decina di cartelle “temporanei” dove salvare di volta in volta file che sono ormai diventati matasse di cui non si trova più il bandolo, chiunque si porti netbook e affini su treni, tram e pub con l’intento di riuscire a scrivere con l’ispirazione data dalla città che si muove intorno, ebbene, quali sono i vostri trucchi e consigli per scrivere con continuità?
(Ovviamente nello specifico è la scrittura ma vale per qualunque cosa!)
Inutile ribadire che ogni consiglio è caldamente apprezzato!

Intanto un augurio di un buonissimo, fruttuosissimo e produttivissimo 2011 a tutti voi!